(The [End) of History Illusion]Miu Miu Women’s Tales #14

Il cortometraggio di Celia Rowlson-Hall presentato in anteprima mondiale
durante le Giornate degli Autori – Mostra Internazionale del Cinema di Venezia

 

“Sappiamo bene che l’attuale clima politico ha completamente sconvolto il vostro mondo, […] Un rifugio sotterraneo è la vostra migliore difesa contro la ricaduta radioattiva.” Così afferma la voce fuoricampo all’inizio del nuovo film di Celia Rowlson-Hall diretto per Miu Miu Women’s Tales, l’acclamata serie di cortometraggi diretti da donne che raccontano con occhio critico la femminilità nel nostro secolo. La regista, come afferma, analizza il fenomeno dell’affarismo che sfrutta la paura, la realizzazione di uno spettacolo per distrarre e intrattenere, permettendo una fuga dalla realtà. Il tutto ambientato nel periodo della Guerra Fredda in un rifugio antiatomico sotterraneo a Las Vegas.
L’ambientazione perfetta per creare un contesto familiare e sopravvivere per un anno ad un disastro nucleare. I personaggi rappresentati in questo film, nel loro evolversi, percepiscono ciò che sta accadendo e da un’apertura ilare e giocosa iniziano a sgretolarsi, non riuscendo più a reggere l’illusione da musical hollywoodiano. Questa realtà genera caos e confusione. L’anima del film rappresenta la visione che la regista ha della donna Miu Miu per questa FW17 “vivace, fiera, sensibile e disposta a rischiare”.