Slight Agitation 1/4Tobias Putrih

Art, architectures and
experimental pedagogy

tob1

Tobias Putrih, Venetian, Atmospheric, 2007.
Photographs by Michele Lamanna. Courtesy the artist

 

Slight Agitation è un progetto espositivo costituito da quattro commissioni site-specific presso la Fondazione Prada che si succedono dal 20 ottobre 2016 al 22 Gennaio 2017 e vedono la partecipazione di artisti internazionali come Tobias Putrih, Pamela Rosenkranz, Laura Lima e Gelitin, il collettivo austriaco attivo dal 1993.
La formula poetica une légère agitation con cui lo storico francese Fernand Braudel ha descritto in una sua opera la marea del Mediterraneo, è stata d’ispirazione per il titolo del progetto, mutuata dal Thought Council della Fondazione per indicare interventi di artisti diversi fra loro, sia in termini teorici che pragmatici, chiamati a interferire e dialogare con il contesto spaziale e a imprimere con i loro lavori una nuova tensione creativa all’interno della sede di Milano. Il primo intervento è realizzato da Tobias Putrih, noto per le sue sculture e installazioni architettoniche, che gioca e plasma lo spazio.

I tre ambienti della Cisterna assumono, grazie al suo progetto, tre conformazioni distinte che interrogano le nozioni di gioco, emancipazione e politica: un teatro per una costruzione di mattoni in continua evoluzione, una blind room tattile e una scultura che si trasforma in labirinto. L’artista esplora i limiti e le possibilità dell’apprendimento attraverso la pratica ludica, trasportando l’esperienza fisica di un gioco a scala reale sul piano politico della negoziazione e analisi dei comportamenti collettivi.

“NELLE DIVERSE DECLINAZIONI RICORDA INIZIALMENTE L’INNOCENZA INFANTILE E LA SORPRESA DELLE PRIME SCOPERTE ATTRAVERSO IL GIOCO […]”